• 010 383532

  • (articolo scritto da Paramount Software Macrium Reflect e da noi tradotto)

     

    Osservando il trend di mercato, è chiaro che la crescita della quantità dei dati sta diventando rapidamente la nuova fonte energetica e spesso la più importante risorsa delle aziende. È anche largamente riportato che il volume degli attacchi dei ransomware sarà in crescita nel 2018 rispetto al 2017 seguendo la tendenza dell’anno precedente che è cresciuta dell’11,5%. Nuovamente quanto evidenziato sopra motiva quanto sia essenziale predisporre dei regolari backup e la protezione dei dati dall’essere infettati, criptati o cancellati.

    Nonostante questi rischi, il 60% delle piccole aziende non sta ancora proteggendo i propri dati su base giornaliera. Noi raccomandiamo fortemente l’implementazione di un Data Backup Software come risoluzione a queste problematiche e l’adozione di un approccio proattivo piuttosto che reattivo per mettere in sicurezza i dati aziendali.

    1. Gli attacchi dei Ransomware aumenteranno.

    Nel 2017, i ransomware son ostati responsabili di molti attacchi in tutto il mondo e hanno avuto un significativo impatto su tutte le organizzazioni. Ma questo è stato solo l’inizio. Nel 2018 ci saranno più attacchi con un incremento della loro sofisticazione e la sfida contro il tempo per i produttori di software, prevenirli e proteggere i clienti.

    In accordo a Dynamic Business Technologies il 90% dei fornitori di servizi IT hanno riportato recenti attacchi ransomware sulle piccole aziende. Inoltre il 97% dei fornitori di servizi IT hanno previsto che gli attacchi cresceranno significativamente nei prossimi 2 anni.

    MIG, una nuova caratteristica in Macrium Reflect 7.1, è disegnata per proteggere gli utenti Macrium Software contro i ransomware prevenendo modifiche non autorizzate o cancellazione dei Macrium backup files su volumi locali e USB. Con la crescita degli attacchi ransomware nei prossimi anni, la migliore protezione è salvare tutte le vostre informazioni e prepararsi per l’inevitabile. Assicurandosi di avere l’adeguata protezione e gli strumenti contro i ransomware aggiornati, fermerà la minaccia per la vostra azienda di diventarne una nuova vittima.

    1. Appariranno attacchi ransomware più sofisticati e nuovi modi di prevenirli

    Quest’anno vedremo nuovi e molto più sofisticate pratiche di ransomware, che useranno Intelligenza Artificiale (AI) e Machine Learning (ML) per portare gli attacchi. In ogni caso, questo accadrà anche per il software che sarà in grado di proteggere i nostri dati e vigilare su ogni attività sospetta attraverso il monitoraggio del comportamento umano. AI riconosce schemi e anomalie quando identifica una minaccia. ML è complementare a questa tecnologia acquisendo ed imparando dalle informazioni ricevute e producendo azioni in risposta alla previsione degli avvenimenti in funzione degli eventi passati. Potete approfondire su quest’articolo in inglese CSO article.

    1. Si prevedono maggiori investimenti in formazione e crescita della conoscenza

    La Recruitment and Employment Confederation (REC) ha riportato che si prospetta un incremento di domanda per professionisti IT dedicati alla sicurezza il prossimo anno, al fine di creare ambienti di lavoro più sicuri. Allo stesso tempo , le aziende avranno bisogno di migliorare le conoscenze e educare i loro dipendenti per assicurarsi di mettere in pratica la migliori procedure e pratiche per la sicurezza informatica. E’ cruciale che lo staff sappia riconoscere e prevenire le nuove cyber minacce.

    Secondo DB Technologies, “ il 48% dei fornitori di servizi IT incolpa il mail phishing per gli attacchi ransomware, mentre il 36% incolpa la mancanza di formazione agli impiegati sulla cybersecurity”.

    Per approfondimenti potete leggere questa pagina in inglese here.

    1. Un guasto hardware potrebbe essere una delle cause di perdita dei dati e downtime

    Un guasto hardware può lasciare una azienda senza sistema informatico per giorni oppure anche settimane se non c’è in essere un’appropriata soluzione di backup. Un recente articolo Resielence Today afferma che nel 2016 la perdita di produttività per questo tipo di problematica nel Regno unito è costato fino a 62,4 bilioni di sterline (annualmente).

    Dynamic Business Technologies afferma che circa il 45% deil totale dei downtime non pianificati è causato da guasti hardware. Questi eventi sono strettamente collegati a errori di alimentazione, errori software, dati corrotti, falle sulla sicurezza e errori accidentali.

    Stephen Macpherson, Sales Director di Macrium dice: “I dati stanno crescendo in modo estremamente veloce e questo sta portando cambiamenti esplosivi nel mercato dei Backup: La domanda per applicazione e efficienza sulla protezione dei dati sta diventando pià forte che mai nel 2018 e e non possiamo risolvere i nostri problemi di protezione dei dati con gli stessi vecchi sistemi. Questo nuovo anno porterà definitivamente soluzioni innovative e rivoluzionarie.

    Il numero dei vendor è cresciuto, ma non la qualità delle soluzioni e non è cresciuto il numero di amministratori IT che guardano al futuro della gestione dei dati all’interno delle aziende. Macrium Reflect è focalizzata su soluzioni che offrono velocità, semplicità e realizzazione effettiva e fornisce ai suoi partner un servizio di supporto personalizzato per assicurare che tutti i loro dati siano recuperabili”.

    Risorse:

    https://dbtechnologies.com.au/7-backup-disaster-recovery-statistics/

    https://www.channelnomics.com/channelnomics-us/analysis/3022762/vendor-predictions-2018-part-1-technology

    https://www.infosecurity-magazine.com/news/rec-security-skills-shortages/

    https://solutionsreview.com/backup-disaster-recovery/backup-recovery-statistics-know-2018/

    http://searchdisasterrecovery.techtarget.com/opinion/Recovery-from-ransomware-How-backup-vendors-can-help

    https://www.itproportal.com/news/2018-could-be-the-biggest-ransomware-year-yet/